PESCE D’APRILE: IDEE CREATIVE E SCHERZI IN FAMIGLIA

Fra poco sarà il 1 Aprile e, come da tradizione, per i più piccoli, non può mancare il classico PESCE D’APRILE corredato da qualche scherzo o indovinello. Quest’anno, purtroppo, non si potranno fare scherzi agli amici, ma ci si dovrà accontentare dei propri familiari… ma fare un bello scherzo a mamma e papà, non è divertente? Certo che si! Intanto… ma c’è che è nata questa tradizione?

ORIGINI DEL PESCE D’APRILE

Le origini del pesce d’aprile non sono certe. Prima dell’adozione del calendario Gregoriano, nel 1582, il Capodanno era celebrato tra il 25 marzo (la vecchia data dell’equinozio di primavera) e il 1 aprile. Una delle ipotesi più gettonate vuole dunque che, dopo il cambiamento di calendario, non tutti si abituarono alla modifica e divennero gli  “sciocchi d’aprile”. Da qui l’origine  dell’1 aprile. Molti francesi,  un po’ contrari a questo cambiamento o semplicemente sbadati, continuarono a  scambiarsi regali tra marzo e aprile, festeggiando il Capodanno come ai vecchi tempi . Dei burloni iniziarono così,  per prenderli in giro, a consegnar loro regali stupidi o vuoti durante feste inesistenti. Nel regalo vuoto si poteva trovare un biglietto con scritto “poisson d’avril”: pesce d’aprile, in francese. In Italia l’usanza dell’1 aprile è recente: risale agli anni tra il 1860 e il 1880. La prima città ad accogliere l’abitudine francese fu Genova. Ma perchè propri il pesce? Semplice, perchè abbocca facilmente all’amo, è boccalone. La tradizione vuole che si debba attaccare un pesce di carta sulla schiena della malcapitata vittima, senza che questa se ne accorga. Ma come realizzare il pesce. Bhè, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

PESCE D’APRILE: IDEE CREATIVE

Online si trovano davvero molti tutorial o video per realizzare dei bellissimi pesciolini sia di carta che in altri materiali. Se volete rimanere sul semplice e disegnare un pesce su carta, non perdete il bellissimo printable di Burabacio con le istruzioni passo passo su come realizzare il pesce, dalla forma, al tipo di occhi, ala branchie oppure potete stampare direttamente le sue proposte e colorarle. Lo trovate qui  Ma si possono realizzare davvero un sacco di tipologie di pesciolini, non per forza da attaccare sulla schiena, ma magari da conservare. Ad esempio si potrebbe realizzarne uno con le cannucce che fungono da lische, da appendere poi in cameretta o sul balcone o dei pesciolini allungabili o ancora dei pesci fatti con i piatti di carta. Per i pesci “allungabili” basta scaricare dei pesci online a  uno di questi link: pesce 1  pesce 2  o pesce 3   e inserire un inserto “a fisarmonica” al centro.

Si possono poi creare pesciolini con vecchi sassi e magari farne anche dei quadretti:

o fare dei pesci origami.

Qui uno dei tanti tutorial.

SCHERZI IN FAMIGLIA PER IL PESCE D’APRILE

Ma non dimentichiamo la parte più divertente del 1 aprile…gli scherzi ! Ci sono infiniti scherzi che si possono fare, anche stando a casa, ai vostri fratelli / sorelle o a mamma e papà.Eccone qualcuno sia per grandi che per bambini:

  • utilizzando la pellicola da cucina coprite il foro d’uscita dei flaconi di shampoo e bagnoschiuma: in breve tempo sentirete imprecazioni sotto la doccia.
  • biscotti al dentifricio. Prendete dei biscotti ripieni tipo ringo, oreo etc, togliete la crema e riempiteli di dentifricio.
  • invertire i contenuti dei barattoli di zucchero e sale.
  • truccate mamme o papà mentre dormono
  • appallottola la carta igienica e mettila nella ciabatte / scarpe
  • la mando bavosa: metti un po’ di sapone per i piatti sulla mano e stringi la mano di qualcuno dei tuoi familiari…sarà una mano tutta bavosa!
  • spruzzare sullo spazzolino della mamma e del papà qualche goccia di limone e una manciata di sale.
  • mettere nel cassetto del papà le calze di qualche altro componente della famiglia e viceversa.

E poi, via con la fantasia….i bambini sono campioni di scherzi! Anche se siamo in casa possiamo approfittare di questa ricorrenza per sorridere un po’ tutti insieme. E BUON PESCE D’APRILE A TUTTI!